Archives

acquario livorno

Acquario di Livorno

06Nov

L’acquario di Livorno è il secondo acquario più grande d’Italia, mentre al primo posto troviamo l’acquario di Genova.

All’interno dell’acquario troverete tutta la natura del mediterraneo e i suoi tesori archeologici e artistici, troverete scoperte scientifiche che scrivono nuovi capitoli sulla nostra storia.

Il percorso è utile per apprendere natura, arte, e scienza e per immergersi completamente in un mondo fantastico che non avete mai esplorato prima; all’acquario di Livorno sarà possibile farlo.

In più, se la tua fame di conoscenza non è mai abbastanza soddisfatta, potrai visitare la mostra al piano superiore “Il telescopio di Galileo. Lo strumento che ha cambiato il mondo” dove potrete vedere le stelle.

Cielo e mare insieme, in uno splendido unico viaggio!

Come Entrare

I prezzi per l’ingresso all’interno dell’acquario variano a seconda del periodo, qui di seguito i prezzi e tutte le informazioni aggiornate del sito ufficiale.

acquario di livorno

Orari dell’Acquario

acquario livorno

Dove si trova l’acquario di Livorno?

Piazzale Mascagni, 1
57127 Livorno LI

Giardino dei Tarocchi

Il Giardino dei tarocchi

06Ott

Il giardino dei tarocchi è un parco artistico situato nell’area di Capalbio, a Grosseto.

Aperto al pubblico dal 1998, il percorso destinato alla visita dei turisti è composto dalle statue ispirate alle figure degli arcani maggiori che si trovano sui tarocchi:

    • Il Bagatto
    • La Papessa
    • L’Imperatrice
    • Il Papa
    • Gli Amanti
    • Il Carro
    • La Giustizia
    • L’Eremita
    • La Ruota
    • La Forza
    • L’Appeso
    • La Morte (reale nome è “Arcano senza nome”)
    • La Temperanza
    • Il Diavolo
    • La Torre
    • La Stella
    • La Luna
    • Il Sole
    • Il Giudizio
    • Il Mondo
    • Il Matto

Il Percorso del Giardino dei Tarocchi

Il percorso ha inizio sin dal suo ingresso, dove si trovano unite le figure della Papessa e del Mago, i primi arcani maggiori dei tarocchi.

Proseguendo per il percorso, in mezzo al verde si troveranno le panchine di Pierre Marie Le Jeune, la piazza con delle sculture incantevoli e struggenti e una scalinata con cascata che mostrerà la grande statua della Papessa dalla bocca aperta, segnata al centro dalla ruota della fortuna, una scultura meccanica semovente.

Andando avanti con il percorso suggestivo, vedremo le strade in cemento dove lo scultore Niki de Saint Phalle ha inciso suoi pensieri, memorie e idee…rendendo il percorso non soltanto artistico ma anche e soprattutto spirituale.

Una piccola scalinata passerà sotto la figura del Sole che viene incarnata in un uccello del fuoco appollaiato in un arco che richiama gli indiani d’America.

Subito dopo si trova il Papa, solitario e come contrappunto troviamo “L’albero della vita” rappresentato dall’Appeso con la sue teste di serpenti che lo ricoprono e in questo troveremo graficismi e disegni dei suoi ideatori e scultori.

Di fronte, una scalinata che sale fino ad arrivare al Mago, azzurro con stelle color argento, mentre alla sua destra, con giochi di bianco e nero troveremo la Giustizia, con la sua bilancia dove lo spazio interno è stato sbarrato e occupato da un’altro lavoro meccanico che rappresenta l’ingiustizia.

Andando avanti con il percorso, percorrendo le stradine in cemento troviamo le statue degli innamorati, gioiose e piene di colori, mentre consumano un pic nic nel bosco mentre in mezzo una piccola radura, troveremo isolato il Profeta, un grande fantasma ricoperto da specchi.

Ci imbattiamo inoltre nel castello dell’Imperatore, una sorta di cittadella composta da torri e colonne, con una bella fontana.

Al lato del castello, troviamo invece l’Imperatrice, precedentemente chiusa al pubblico, che si affaccia sulla piazza dominando tutto il giardino e resa abitabile; stanza da letto, cucina e soggiorno.
Nelle sue pareti si trova il riflesso delle figure del Giudizio, delle Stelle e del Carro.

Tornando nel percorso, troviamo una piccola cupola di specchi e cementi sovrastata dalla figura della Temperanza; entrando all’interno della cupola si arriva ad una dimensione in cui si perdono i parametri spaziali conosciuti, si proveranno delle sensazioni davvero molto forti con delle figure e forme continuamente riflesse.

Troverete al suo esterno, una piazzola con delle delle sedie-sculture con sembianze di animali; qui potrete riposare e meditare su tutto ciò che vi circonda.

Tornando indietro, verso il Sole, un sentiero alternativo vi porta ad un settore del giardino composto da 3 piccole radure dove si ergono la Morte, rappresentata a cavallo mentre falcia uomini ai suoi piedi, il Diavolo, dal sesso incerto, con le sue ali da pipistrello spiegate e 2 figure di uomo e donna ai lati, Il Matto, un giovane che simboleggia il caos.

Infine troveremo il Mondo, una macchina che fa brillare piccole sfere di luca con una donna a braccia aperte.

Troverete anche la figura della Forza, rappresentato da una donna che tiene sotto il suo controllo un Drago legato a lei da un filo invisibile.

ll Giardino dei Tarocchi promette un percorso ricco, indimenticabile; impossibile non affascinarsi a questa natura che riporta completamente in un’altra dimensione.

Se vuoi scoprire altre fantastiche attrazioni per la tua Vacanza in Toscana, clicca qui!

parco archeologico di baratti e populonia

Parco Archeologico di Baratti e Populonia

06Set

Il parco archeologico di Baratti e Populonia si estende nell’area dove sorgeva la città romana ed Etrusca “Populonia”.

Populonia è stata una cittadina famosa in antichità e lo è ancora tuttora per la loro attività legata al ferro.

Il parco archeologico, suddiviso in due aree ben distinte, mostrano i cambiamenti nel tempo di tutta la città:

  • Nella parte più alta è possibile visitare l’acropoli di Populonia formata da templi, mosaici e strade ancora di origine romana.
  • Nella parte bassa troverete la necropoli della città etrusca, che comprendono le vecchie industrie dove venivano lavorati i metalli.

L’area relativa il parco è anche utilizzata come sentiero per fare trekking o una bella passeggiata dove respirare l’odore di natura incontaminata grazie ai sentieri boscosi che potrete attraversare.

Il parco propone diversi eventi, sia per grandi che per i più piccini durante le stagioni più calde: laboratori scolastici, tour, visite guidate e spettacoli.

Orari del Parco Archeologico di Baratti e Populonia

di seguito gli orari e i giorni di apertura del parco archeologico ufficiali e aggiornati del sito ufficiale.

orari parco archeologico di baratti e populonia

fare trekking in val di cecina

Fare trekking in val di Cecina

06Ago

Fare Trekking In Val di Cecina, grazie alla sua posizione strategica tra Pisa, Grosseto e Siena è l’area ideale per poter fare delle escursioni indimenticabili.

A ridosso del fiume omonimo, oltre che Val di Cecina, si trova poi un’estesa pianura suggestiva e ricca di storia e natura, che sarà impossibile non apprezzare durante la vostra vacanza.

Troverete anche diversi corsi d’acqua e sentieri, percorsi e itinerari, proprio per questo Val di Cecina viene considerato il luogo ideale e non a caso moltissimi dei migliori percorsi vengono sviluppati proprio in quell’area.

È possibile trovare itinerari adatti ad ogni livello di esperienza e di diverse lunghezze.
Scoprite il meraviglioso percorso che dalla pianura vi mostrerà dall’alto il mare e tutto l’arcipelago toscano.

Attraverso i numerosi percorsi disponibili per fare trekking è possibile visitare anche i bellissimi borghi storici della zona.

Tra i borghi da poter visitare ci sono Volterra, Montescudaio, Montecatini, Riparbella e diversi altri, tutti da scoprire.

Rendi la tua vacanza emozionante e ricca di avventura e scopri l’adrenalina e la meraviglia nel fare trekking in Val di Cecina!

prodotti tipici della toscana

Prodotti tipici della Toscana

06Lug

State organizzando la vostra vacanza in toscana e tra le tante attrazioni che sognate di vedere c’è sempre quella speciale che accomuna un po’ tutti in ogni parte del mondo: la cucina
La Toscana è una regione molto ricca di piatti prelibati e unici; provarli tutti potrebbe essere un po’ difficile vista la grande quantità ma ve ne suggeriamo alcuni tra primi, secondi e dolci.

Pronti? iniziamo!

Prodotti tipici della Toscana

prodotti tipici toscani: gli Antipasti tradizionali

Prosciutto Toscano e Salame Toscano Finocchiona
Il prosciutto Toscano, famoso in tutte le tavole della regione, ha una stagionatura di circa 12 mesi e presenta una cotenna ricca di spezie e pepata mentre la carne al suo interno presente diverse tonalità di rosso per un gusto deciso e molto apprezzato, conseguenza della stagionatura utilizzata.
La finocchiona, comunemente conosciuto come “salame toscano” viene preparato con carne macinata, semi di finocchio e una bagna di vino russo. I suoi tempi di stagionatura sono molto lunghi ma l’attesa vale la pena visto il sapore particolare.

Primi tradizionali Toscani

Qui vi mostriamo un piccolo elenco dei primi e dei secondi più rinomati tra i prodotti tipici della toscana e di cui sicuramente avrete già sentito parlare almeno una volta.

Pappa al pomodoro
Piatto povero, dagli ingredienti semplicissimi. Avanzi di pane non salato tradizionale toscano raffermo, pomodori, aglio, basilico, olio di oliva, sale e pepe. tutto qui.

Cacciucco
Piatto più tipico nella zona livornese, il cacciucco è una zuppa calda a base di pesce ricoperto da salsa di pomodoro e adagiato su delle fette di base abbrustolito.

Ribollita
La ribollita, un altro piatto povero derivante dai periodi di lunga povertà dei contadini, è semplicemente una zuppa di pane raffermo e verdure…ma con una particolarità che la rende proprio la “ribollita”.
La particolarità consiste nella sua preparazione, tramandata negli anni; le contadine cucinavano una grande quantità di zuppa per poi riscaldarla in padella i giorni successivi. Da qui il nome “ribollita”, proprio per il suo riutilizzo nei giorni seguenti la preparazione.

Tortelli di patate
Famosi anche loro in tutto il mondo, I tortelli di patate toscani, che non sono come i tortelli e tortellini che noi conosciamo ma si distinguono dalle altre tipologie per la loro forma, spesso dei grandi quadrati o delle mezze lune con un ripieno, composto da patate lesse, parmigiano, sale e spezie.

Secondi tradizionali Toscani

Bistecca alla Fiorentina
Uno dei piatti più famosi della tradizione toscana e conosciuto in tutto il mondo, (da sempre uno dei piatti che viene più cercato dai turisti in vacanza in Toscana). Si ottiene dal taglio della Lombata del vitellone di Chianina che possiede nel mezzo un osso a forma di T con il filetto da una parte e il controfiletto dall’altra. È proprio questa forma che ha rinominato all’estero la fiorentina toscana con T-bone steak.

Trippa alla fiorentina
La trippa alla fiorentina, piatto tipico della cucina di Firenze, è composto da ingredienti molto poveri come la trippa tagliata a striscioline e cucinata con un soffritto di cipolle, carote, sedano e prezzemolo, aglio e pezzetti, pomodoro pelato olio e spezie.

Rosticciana
Un altro secondo tipico di carne in Toscana è la rosticciana, ovvero delle costolette di maiale cotte alla brace e insaporite da delle spezie.

Lampredotto
Il Lampredotto, insieme alla fiorentina, è famoso in tutto il mondo, soprattutto dagli amanti dello street food. Cibo tipico fiorentino, si tratta di un piatto povero rappresentato dallo stomaco del bovino, in particolare quello chiamato “abomaso”.
Viene preparato mettendo la carne a bollire in acqua con pomodori, sedano, cipolla e prezzemolo e servito o al piatto o al panino (opzione favorita dagli amanti del prodotto)
È possibile trovare numerosissimi chioschi grazie all’alta richiesta del prodotto da abitanti e turisti. Trovarlo non sarà affatto difficile.

Dolci Tradizionali Toscani

Per completare un menu che si rispetti non si può di certo rinunciare al piacere del dolce. La Toscana ne offre tanti e di diverse tipologie, quelle sono quelle che sicuramente non potrete perdere:

Ricciarelli
I Ricciarelli sono dei dolci tipici dell’area di Siena ed sono composti semplicemente da mandorle, zucchero e albume d’uovo.
L’impasto che ne viene fuori, simile a del marzapane, viene arricchito con canditi e vaniglia. I dolci hanno una forma ovale e una superficie screpolata, segno distintivo, che viene rivestito dallo zucchero a velo.

Castagnaccio
Tipico dolce autunnale toscano, il Castagnaccio è composto semplicemente da farina di castagne, acqua, olio di oliva, pinoli e uvetta, con un po’ di zucchero a velo prima di essere servito.

Torta co’bischeri
A prima vista, questa torta co’bischeri, sembrerebbe una comune crostata ma il segreto è al suo interno; infatti troverete un ripieno fatto da cioccolata e riso.
Perchè “bischeri”? i bischeri sono quei piegamenti della pasta frolla che si formano all’esterno del dolce, particolarità del dolce, ogni piegamento o “bischero” è diverso dall’altro.

Questi sono solo alcuni esempi di piatti e prodotti tipici della Toscana, viaggiando per la regione troverete decine e decine di moltissimi altri piatti indimenticabili-.

Cosa aspettate? venite a conoscere la Toscana e la sua buona tavola sia in estate che in inverno! non ve ne pentirete!

hermann geiger

Fondazione Culturale Hermann Geiger

06Giu

La fondazione culturale Hermann Geiger, costituita nel 2009 e aperta a Cecina, rende omaggio all’omonimo omeopata svizzero a cui si deve l’importante attività farmaceutica che lo ha reso famoso in tutto il mondo.

I familiari, attualmente impiegati in progetti umanistici, hanno deciso di destinare una parte del loro patrimonio a progetti i cui valori etici riflettono quelli del suo ispiratore e della fondazione stessa.
Lo scopo primario della fondazione è quello di diffondere e valorizzare contatti e scambi socio-culturali in ogni ambito umanistico.
Il principio ispiratore è la cultura della vita e della pace, il miglioramento dei rapporti.

Le aree realizzate per lo sviluppo delle attività e dei progetti sono:

  • Area delle attività culturali
  • Un’Area della promozione sociale
  • Area per la valorizzazione del territorio
  • Area didattica e formazione

Venite a scoprire questo fantastico luogo e per avere ulteriori informazioni potrete andare direttamente nel sito ufficiale della fondazione cliccando qui.

Tutto quello che ho fatto, l’ho fatto per amore” Hermann Geiger

La fondazione è possibile raggiungerla all’indirizzo: Piazza Guerrazzi 32/33 – 57023 Cecina (LI)

bimbolandia

Bimbolandia, il Parco a misura di bambino

06Mag

Bimbolandia, sta risultando essere il parco giochi più gettonato tra i più piccini!

Immergetevi nei giochi gonfiabili al fresco della pineta, un ampio spazio di divertimento per i bambini e un ampio spazio al fresco della natura di Cecina per i genitori.

Non esistono limiti di tempo per far divertire i vostri bambini da Bimbolandia, potranno sbizzarrirsi fino allo sfinimento.

Bimbolandia si trova all’interno di una bellissima pineta, è un luogo sicuro, tutti i giochi sono controllati e super garantiti.

Portare in vacanza i vostri figli a Cecina, è sicuramente una giusta idea vista la grande mole di attrazioni che potrete trovare, come anche il fantastico acquavillage!

Cosa stai aspettando ad organizzare la tua vacanza con tutta la famiglia (e anche con il tuo cane) e godere di tutte le meraviglie che potrai trovare nella splendida Cecina?

Dove si trova Bimbolandia?

Via Raffaele Rossetti, 57023 Cecina LI

Come raggiungere Bimbolandia? clicca qui per calcolare il tuo percorso

Orari del Parco giochi

Aperto durante la stagione estiva dal lunedì alla domenica dalle ore 15:30 alle 19

vacanza a cecina con i bambini

Vacanza a Cecina con i Bambini

06Apr

Andare in vacanza a Cecina con bambini e con tutta la famiglia, potrebbe essere l’idea vincente per organizzare la vostra vacanza estiva.
Cecina, o più in generale la Maremma Toscana, è una meta che promette mare, attrazioni, divertimento e relax sia per grandi che per piccini.

Alcuni esempi di luoghi e attrazioni che potrete vivere durante la vostra vacanza a Cecina o nella Maremma, nel caso vogliate addentrarvi in un’avventura oltre le bellezze di Cecina:

L’Acqua Village di Cecina, il parco divertimenti acquatico ricchissimo di attrazioni e meta amatissima da tutte le età metterà alla prova il vostro spirito avventuriero. Clicca qui per scoprire di più sull’Acqua Village a Cecina.

Il parco divertimenti Cavallino Matto, situato nella pineta mediterranea a pochissimi passi dalla spiaggia di Donoratico. Il parco divertimenti, propone una serie di attrazioni adrenaliniche come montagne russe, ottovolanti, giochi d’acqua e anche un bellissimo cinema 4D.

Il giardino sospeso che si trova a Riparbella, è un percorso avventura per adulti e bambini a partire dai 6 anni; camminerete su ponti tibetani, corde e reti (ovviamente tutto il percorso prevede che gli ospiti siano perfettamente assicurati con una corda di sicurezza ed un casco protettivo). Mettete alla prova il vostro coraggio e il vostro spirito avventuriero.

L’Isola d’Elba, l’isola più grande dell’Arcipelago Toscano; conosciuta per le sue bellissime spiagge dorate e il suo mare azzurro. Grande meta turistica estiva.

Se ci si vuole avventure un po più lontano da Cecina, il giardino dei tarocchi è allora una tappa imperdibile; si tratta di un parco artistico situato nella zona di Capalbio ed è popolato da 21 incredibili statue ispirati alle figure degli arcani maggiori dei tarocchi.

Come avrete notato, i divertimenti e le attrazioni per la vostra vacanza a Cecina con i bambini non mancano sicuramente…e questi solo solamente alcuni esempi! Vi aspettiamo a Cecina!

bau beach

Spiagge per cani a Cecina

06Mar

Le Bau Beach sono una meta diventata fondamentale per i turisti che viaggiano con i propri cani e a Cecina è possibile trovarne ben 2, oltre che tutte le necessità per il benessere del proprio animale.

Gorette, situata a nord di Cecina e Fosso nuovo, invece, a sud; entrambe le spiagge per cani presentano una sabbia morbida e fine, tantissimo spazio riservato esclusivamente ai cani, ben 100 metri con accesso diretto al mare.

Le spiagge sono libere e non forniscono attrezzatura a noleggio, per cui sarebbe necessario portare da sé eventuali sdraio e ombrelloni e necessità per il proprio animale.

Alle spalle delle spiagge, troverete una bellissima pineta che garantirà fresco e relax nelle ore più calde della giornata, oltre che permettervi di godere di una splendida passeggiata tra un tuffo e l’altro.

Le Bau Beach sono tenute in maniera impeccabile e per questo motivo si chiede ai proprietari di cani di rispettare tale pulizia.

Organizzare una vacanza con i propri cani adesso non è più un problema e la famiglia potrà soggiornare e divertirsi tutta insieme, compreso il vostro amato fido!

museo archeologico di cecina

Museo archeologico di Cecina

06Feb

Il Museo archeologico di Cecina offre al suo pubblico un fantastico percorso immersivo all’intero della storia delle antiche epoche di Cecina.

Il museo, aperto sin dal 2003, affronta tutti i periodi storici del territorio partendo addirittura dall’epoca preistorica, proseguendo per le epoche etrusche e romane; per il medioevo fino ai tempi più moderni e ai ritrovamento più recenti.

Nel bellissimo giardino del museo è possibile trovare una tomba monumentale denominata “La tomba di casaglia”, pezzo storico ristrutturato nel corso del VII secolo, segna la fine del percorso del museo.

Un’altra area del museo che vale davvero la pena vedere è il parco archeologico della villa romana di San Vincenzino, situata a pochi chilometri dal museo archeologico.

In quest’area archeologica è possibile visionare i resti di importanti ville etrusche come quella costruita nell’epoca Romana di Augusto, una delle più grandi ville etrusche mai costruite, abbandonata durante il V secolo d.c.

Vieni a visitare il Museo archeologico di Cecina, ecco gli orari:

16 dicembre-14 gennaio: aperto domenica dalle 15.00 alle 19.00;
25 dicembre, 1 gennaio, Epifania: chiuso;
15 gennaio-30 aprile: aperto sabato e domenica dalle 15.00 alle 19.00, compreso il giorno di Pasquetta;
1 maggio-30 giugno: aperto da martedì a venerdì dalle 16.00 alle 20.00 e sabato e domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00;
1 luglio-31 agosto: aperto da martedì a domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 22.00;
1 – 30 settembre: aperto da martedì a venerdì dalle 16.00 alle 20.00, sabato e domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00;
1 ottobre – 15 dicembre: aperto sabato e domenica dalle 15.00 alle 19.00;
1 novembre: aperto dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00;
8 dicembre: aperto dalle 15.00 alle 19.00

Orari per visitare il parco archeologico di San Vincenzino:

16 dicembre-14 gennaio: aperto domenica dalle 14.00 alle 17.00;
25 dicembre, 1 gennaio, Epifania: chiuso;
15 gennaio-30 aprile: aperto sabato e domenica dalle 14.00 alle 17.00, compreso il giorno di Pasquetta;
1 maggio-30 giugno: aperto dal martedì alla domenica dalle 16.00 alle 20.00;
1 luglio-31 agosto: aperto da martedì a domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 21.00;
1 – 30 Settembre: aperto da martedì a venerdì dalle 15.00 alle 18.00, sabato e domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00;
1 Ottobre – 15 Dicembre: aperto sabato e domenica dalle 14.00 alle 17.00
1 Novembre: aperto dalle 14.00 alle 17.00
8 Dicembre: aperto dalle 14.00 alle 17.00